NOTIZIA

Stati generali del turismo a Firenze, vertice a Palazzo Vecchio per un punto sul turismo nell’anno del covid

Incontro con la Sottosegretaria Bonaccorsi e gli stakeholder del turismo: “Una legge speciale per le città d’arte e una normativa sulle locazioni turistiche brevi”

Legge speciale a favore delle città d’arte. Questo pomeriggio, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, ha presieduto, insieme alla sottosegretaria Lorenza Bonaccorsi, gli Stati generali del turismo. Istituzioni, imprese, professionisti, direttori di musei e centri fieristici sono stati a confronto per circa due ore su una comune strategia di ripartenza. Si è parlato, appunto, di una legge speciale a favore delle città d’arte ma anche di lotta al turismo mordi e fuggi, investimento su qualità e professionalità degli operatori turustici, nuovi itinerari culturali, cooperazione con Stato e Regione per promuovere la destinazione metropolitana. Sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore Cecilia del Re, l’assessore regionale Stefano Ciuoffo, il presidente di Camera di Commercio Leonardo Bassilichi, il direttore di ‘Toscana promozione turistica’ Francesco Palumbo, la vicepresidente di ‘Destination Florence Convention & Visitors Bureau’ Laura Innocenti, il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, l’ex soprintendente Cristina Acidini, il direttore della Fondazione Palazzo Strozzi Arturo Galansino.

“Avevamo bisogno di un incontro del genere e siamo soddisfatti ringrazio tutte le realtà che hanno partecipato dando il loro contributo. Con la riunione di oggi a Firenze, grazie all’intervento della sottosegretaria Bonaccorsi, portiamo a casa quattro importanti risultati: la rassicurazione di una norma sulle locazioni turistiche brevi dentro al Collegato Lavoro, un impegno per la tutela e la professionalità delle guide turistiche e degli operatori economici del turismo, una normativa speciale per le città d’arte e la conferma ufficiale che il Governo sta lavorando per integrare il fondo per le mancate entrate dell’imposta di soggiorno. Quanto alla legge speciale si tratta di una serie di norme di semplificazione che possono essere inserite dentro al Collegato Turismo che riguardano turismo, residenza, artigianato, commercio nell’idea di una filiera integrata delle imprese  perché il turismo tiene insieme tutto il contesto, culturale, sociale, imprenditoriale, economico che gira e che produce posti di lavoro. Ci sono altri punti molto chiari dai quali ripartire e che sono emersi nell’incontro di oggi: anzitutto il chiarimento che l’emergenza è comunque separata da quello che è il lavoro che il governo sta portando avanti sulla promozione economico-turistica del nostro Paese, anche in relazione allo scenario internazionale dal punto di vista della situazione sanitaria”. 

 

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

ALTRE NOTIZIE

Nardella, “Il Maggio è in via di risanamento e lo ...

29 Novembre 2020

Gentile Direttore, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, eccellenza mondiale dell’opera e della musica sinfonica, merita attenzione nel descriverne l’attività artistica e nel valutarne la...

Emergenza Covid-19: “Cauto ottimismo ma non abbassiamo la ...

25 Novembre 2020

Oggi seconda riunione in videoconferenza della Conferenza permanente sulla sanità dell’area fiorentina “I dati  dei contagi nell’area metropolitana fiorentina oggi ci permettono di essere...

A Nasrin Sotoudeh le Chiavi della città

24 Novembre 2020

Consegnate a suo nome all’attivista del Movimento Donne Iraniane Sabri Najafi: “Ci auguriamo che il suo rilascio possa diventare definitivo. Useremo tutta la nostra forza istituzionale per...