NOTIZIA

Periferie, investimenti per un miliardo di euro nel triennio 2017-2019

Investimenti per un miliardo circa di euro nelle periferie cittadine nel triennio 2017-2019. Risorse con le quali saranno realizzati progetti nei quartieri 2, 3, 4 e 5, che vanno dai trasporti alla scuola, agli alloggi erp fino all’ambiente e allo sport. Tra le opere, i cui cantieri partiranno o chiuderanno nel triennio, figurano il parco del Mensola e piazza delle Cure nel quartiere 2, la scuola Dino Compagni sempre nel quartiere 2 e l’Isis Da Vinci nel quartiere 5, il bypass di Cascine del Riccio (fine lavori previsti per la fine di quest’anno) e piazza Elia Dalla Costa nel quartiere 3, a cui si aggiungono piazza dell’Isolotto e la passerella sull’Argingrosso nel quartiere 4 e via Pistoiese e interventi vari alle Piagge nel quartiere 5. E poi manutenzione di marciapiedi, reimpianto di alberi, nuovi arredi e attrezzature ludiche e riqualificazione del patrimonio di edilizia popolare nei quattro quartieri periferici.
L’‘operazione periferie’ è stata presentata oggi in Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella e dall’assessore a Bilancio e Patto per Firenze Lorenzo Perra.

 

“All’inizio del nostro mandato abbiamo messo le periferie al centro del nostro programma di governo – ha detto il sindaco Nardella -. Vogliamo essere coerenti con i fatti e per questo presentiamo un piano di un miliardo di euro circa di investimenti dal 2017 al 2019 nei luoghi della città fuori dal centro. Investimenti che rientrano nell’ambito di un piano più grande, comprensivo anche del centro per un valore totale di quasi un miliardo e 300milioni”.

 

Gli investimenti previsti nel piano triennale 2017-2019 in tutti i quartieri, compreso il centro, sono complessivamente di 1.255.791.000 di euro e saranno finanziati principalmente attraverso mutui (239.600.000 euro), trasferimenti statali (362.400.000 euro), regionali (16.077.000 euro), da altri Enti pubblici (11.800.000 euro) e da privati (111.450.000 euro). Saranno pagati e/o realizzati da privati per 64.600.000 euro e tramite alienazioni (81.776.000 euro).

 

“Alcuni progetti che fanno parte del piano periferie sono opere attese da molto tempo, altre invece sono nuove – ha spiegato il sindaco – e riguardano ad esempio i marciapiedi, la viabilità, l’illuminazione e il verde pubblici, la riqualificazione di alcuni immobili e nuove scuole. Sono tanti gli interventi, dei quali fanno parte anche le linee della tramvia che interessano il versante nord-ovest della città”. “La nostra amministrazione ha partecipato a molti bandi nazionali ed europei portando a casa ottimi risultati – ha continuato il sindaco – e grazie a fondi specifici, come il patto per Firenze firmato con Renzi a dicembre scorso o il piano per le periferie firmato con Gentiloni lo scorso mese di febbraio, abbiamo potuto comporre il pacchetto di un miliardo di euro circa di investimenti, segnando un piccolo record che a Firenze non si segnava da 20 anni. Una mole così di investimenti è necessaria per la città. Le periferie a Firenze non possono essere zone di serie B”.

 

“Siamo riusciti a fare un’operazione di finanziamento rilevante senza aumentare le tasse – ha detto l’assessore Perra – e che non trova pari nel passato se non negli anni ‘90. Il piano periferie che presentiamo oggi deriva da un’ottima capacità dell’amministrazione comunale di intercettare finanziamenti italiani e comunitari dalla ristrutturazione del debito, che ci ha consentito di indebitarci di più a costi minori”. “Oggi non paghiamo più gli interessi, ma prendiamo a prestito e riusciamo a finanziare nel corso del tempo le infrastrutture necessarie per la città – ha spiegato Perra -. Noi vorremmo completare gli investimenti entro la fine del mandato. Il piano degli investimenti è grande, ma ugualmente grande dovrà essere lo sforzo degli uffici comunali di realizzare tutto entro il 2019”.

 

La spesa per investimenti nei quartieri 2, 3, 4 e 5 complessivamente è pari a 973.976.005 ed è così ripartita: 98.852.686 nel quartiere 2, 64.871.317 nel quartiere 3, 95.251.961 nel quartiere 4 e 715.000.040 nel quartiere 5 (la cifra è comprensiva anche dei lavori della tramvia).
Per la realizzazione dei progetti nelle periferie diversi sono i finanziamenti specifici: ovvero il piano periferie 2014 (2.000.000 euro), il piano periferie Città Metro (4.650.000 euro), il piano periferie Comune Fi (18.000.000 euro pubblicato in G.U. 26/06/2017) e il patto per Firenze (61.900.000 euro).

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

ALTRE NOTIZIE

Firenze Smart City grazie all’alleanza tra Comune ed ...

21 luglio 2017

Firenze si candida a essere una delle Smart City più all’avanguardia d’Italia. Mobilità elettrica, pubblica e privata, ed efficienza energetica sono i punti cardine della collaborazione tra...

Nuova pista ciclabile sulla riva sinistra dell’Arno

20 luglio 2017

Pronta la nuova pista ciclabile lungo la riva sinistra dell’Arno, tra il Lungarno dei Pioppi, i giardini dell’Argingrosso e il Ponte dell’Indiano e poi fino alla confluenza con la Greve. Si...

Controlli antiabusivismo, aumentano i pezzi sequestrati

20 luglio 2017

Evento simbolico, oggi in piazza della Signoria, contro la contraffazione e l’abusivismo commerciale. Dal magazzino della Polizia Municipale con un camion e due furgoni è stata portata una parte...