NOTIZIA

Operazione Leopolda, un giardino al posto dell’ex centrale Enel di piazza Bonsanti

Un giardino al posto dell’ex centrale Enel di piazza Bonsanti. Nascerà a settembre, dopo i lavori di demolizione della palazzina abbandonata che hanno avuto il via questa mattina alla presenza del sindaco Dario Nardella e dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini. L’intervento rientra nelle opere di urbanizzazione del Pue Leopolda, dopo il fallimento dell’impresa e il concordato.

 

“Oggi cominciano le operazioni di demolizione della palazzina ex Enel – ha detto il sindaco Nardella – Un immobile fino a poco tempo fa occupato abusivamente, dove ora sorgerà un giardino a disposizione di tutta la comunità della zona Leopolda. Dopo anni siamo riusciti a dare una svolta a questa operazione che porterà entro settembre a concludere lo sfondamento a piazza Bonsanti e via Michelucci e la realizzazione del parcheggio. Tre operazioni di viabilità e verde pubblico da un milione di euro, molto attese dai residenti della zona, che negli anni scorsi è stata riqualificata con realizzazioni edilizie moderne”.

 

Nel dettaglio, gli interventi riguarderanno l’apertura di due collegamenti viari che collegheranno via Paisiello con via Vittorio Gui e piazza Giancarlo Zoi e il completamento del parcheggio interrato in piazza Alessandro Bonsanti.

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

ALTRE NOTIZIE

Cinque coppie ‘arcobaleno’ riconosciute ufficialmente ...

15 giugno 2018

Si è svolta oggi a Palazzo Vecchio la firma degli atti relativi al riconoscimento del secondo genitore di bambini nati in una famiglia ‘arcobaleno’, cioè formata da due persone dello stesso...

Nuova vita all’ex caserma Lupi di Toscana, presentato il ...

15 giugno 2018

Uno spazio urbano contemporaneo caratterizzato dalla centralità di aree pubbliche, verde e percorsi ciclo-pedonali, con gli edifici che si affacciano sull’asse centrale in un mix di funzioni...

Scuola, depositata alla Corte di Cassazione la proposta di ...

14 giugno 2018

È partita da Firenze ed è arrivata a Roma la proposta di legge di iniziativa popolare nata per volontà del sindaco Dario Nardella e della sua amministrazione e condivisa da molti sindaci...