NOTIZIA

Missione istituzionale a Bruxelles, Nardella: “Grande interesse da parte della Commissione europea per tramvia e Jumbo bus”

Due giorni densi di appuntamenti a Bruxelles per il sindaco Dario Nardella e l’assessore ai Fondi europei Lorenzo Perra, che oggi hanno incontrato il commissario europeo per la Politica regionale Corina Cretu insieme a una delegazione del Comune di Bagno a Ripoli con il sindaco Francesco Casini.
L’incontro è stato l’occasione per presentare al commissario europeo il progetto del Jumbo bus per collegare Firenze a Bagno a Ripoli e per fare il punto sui lavori delle linee 2 e 3 della tramvia: il sindaco Nardella ha aggiornato il commissario Cretu sull’andamento dei lavori e hanno discusso dell’importanza di chiudere i cantieri nei tempi previsti.

 

“Abbiamo riscontrato un grande interesse da parte della Commissione europea per il progetto delle linee tramviarie fiorentine – ha detto il sindaco Nardella – e il commissario Cretu ci ha comunicato che sarà a Firenze nel 2018 per l’inaugurazione delle linee 2 e 3. Interesse analogo lo abbiamo riscontrato anche per il progetto del Jumbo bus a proposito del quale il nostro obiettivo è reperire i 30 milioni necessari a realizzarlo, lavorando su più fronti per ottenere un mix di finanziamenti”.
“Sono molto contenta dell’incontro con il sindaco Nardella – ha detto il commissario Corina Cretu -. Firenze è un esempio per tante città per quanto riguarda l’uso efficiente dei fondi comunitari, ma anche per aver messo l’accento sui trasporti pubblici inclusivi e sostenibili. La Commissione europea e me stessa siamo e rimarremo pronti a sostenere Firenze il più possibile per migliorare i mezzi pubblici a beneficio di tutti i fiorentini”.

 

“Entro le prossime due settimane – ha spiegato Nardella – si costituirà presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti un tavolo che inizierà a lavorare sul progetto del Jumbo bus. Al tavolo parteciperanno rappresentanti della Direzione Affari regionali dell’Unione europea, della Banca europea per gli investimenti, i tecnici del Comune e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”. “Il Jumbo bus non è alternativo alla tramvia, ma complementare – ha aggiunto -. È una tappa intermedia e serve per dare una risposta più veloce ed economica alla mobilità del quadrante sud-est della città. Quando poi la tramvia sarà a regime anche in quella parte della città il Jumbo bus potrà essere usato per altre zone”.
Il Comune di Firenze e di Bagno a Ripoli sono impegnati a reperire i finanziamenti per la realizzazione del Jumbo bus attraverso strade diverse e hanno presentato il piano per il reclutamento dei fondi al commissario Cretu: da una parte stanno lavorando per l’ottenimento di finanziamenti, fino a un massimo di 5 milioni, dall’iniziativa per azioni urbane innovative denominata ‘Urban Innovative Actions’ (UIA) per cui la Commissione europea ha lanciato un bando; dall’altra sono impegnati a reperire i restanti 25 milioni di euro necessari per finanziare l’opera attraverso i finanziamenti Bei erogati dalla Banca europea per gli investimenti, attraverso il piano Junker con i fondi FEI, attraverso il programma europeo ‘Alternative Fluel’, che prevede fondi destinati alla mobilità elettrica sostenibile, e infine attraverso finanziamenti privati da Ataf-Busitalia.

 

“Quello di oggi – ha detto il sindaco di Bagno a Ripoli Casini – è stato un incontro molto positivo che apre ottime prospettive per un sistema di trasporto moderno, efficiente e sostenibile come il Jumbo bus che potrà collegare in maniera veloce l’ara a sud di Firenze con il centro storico della città”. “Il progetto potrà trovare concretezza candidandosi a finanziamenti importanti come quelli del bando Urban Innovative Action, a quello della Banca europea di investimenti in programma a luglio e al bando Alternative fuel in calendario a novembre – ha aggiunto -. A breve inoltre il Jumbo sarà oggetto di un incontro al Ministero delle Infrastrutture a cui parteciperà anche la Commissione europea. L’auspicio è che entro la fine del 2017 possano essere reperiti i trenta milioni necessari per realizzare l’opera e procedere così alla progettazione”.

 

Nel corso della giornata di oggi il sindaco Nardella e l’assessore Perra hanno incontrato anche Maurizio Massari, rappresentante permanente d’Italia presso la UE, e Martine Reicherts, direttore generale della Direzione Educazione e Cultura della Commissione europea.
Al centro dell’incontro con Massari il progetto della nuova scuola di governance transnazionale che nascerà a Firenze e alla quale il 1° giugno corso il Consiglio dell’Istituto universitario europeo ha dato il via libera. Sarà l’ex presidente del Consiglio Mario Monti a predisporre il piano di start up della scuola, che avrà la propria sede a Palazzo Buontalenti. Con Reicherts, invece, il sindaco Nardella ha parlato dell’incontro delle capitali europee delle cultura, che si terrà a Firenze il prossimo anno.
Nella giornata di ieri il sindaco Nradella e l’assessore Perra hanno incontrato il direttore generale del Dipartimento energia della Commissione europea Dominique Ristori, la ministra del Turismo della Bulgaria Nikolina Angelkova, il presidente della Commissione per i Problemi economici e monetari al parlamento europeo Roberto Gualtieri e l’ambasciatrice d’Italia in Belgio Elena Basile.

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

ALTRE NOTIZIE

Tramvia, “Ecco perché le linee 2 e 3 costano meno ...

16 febbraio 2018

«Avremmo avuto piacere di finire i lavori delle nuove tramvie per il San Valentino appena passato, che è stato l’ottavo compleanno della linea 1. Ci stiamo riuscendo solo in parte e siamo i...

Inaugurato il giardino pubblico di via del Gelsomino, alle ...

16 febbraio 2018

Inaugurato il giardino pubblico di via del Gelsomino, alle Due Strade. Questa mattina il taglio del nastro con il sindaco, l’assessore all’ambiente, il presidente del Quartiere 3 ed i...

Inaugurato il bocciodromo nell’impianto sportivo ...

16 febbraio 2018

Nuovo look al bocciodromo dell’impianto sportivo dell’Affrico in viale Fanti. La struttura è stata inaugurata oggi dopo il completamento dei lavori di ristrutturazione per un investimento...