NOTIZIA

La mia intervista a “Il Foglio”

“Noi con la Lega? Non ci dobbiamo porre il problema, che è tutto del centrodestra”

Non è ora il momento di parlare del futuro del Pd, dice Dario Nardella, sindaco di Firenze, perché la priorità ora è completare la fase di costruzione di governo. Dopo, dunque, si potrà parlare di congresso? “Ora bisogna pensare al nuovo esecutivo. Oggi sono molto più ottimista del successo del governo Draghi, viste le significative dichiarazioni di Conte e anche le importanti dichiarazioni di molti esponenti del M5s. Sono dunque convinto che il governo Draghi partirà e anzi credo che per il Pd pub costituire una bella opportunità di rilancio politico. Draghi è una personalità di assoluto rilievo internazionale. L’aver difeso Conte con grande lealtà non deve far sentire in colpa chi sostiene Draghi con altrettanto entusiasmo”.

Ma non è stata sconfitta la linea Zingaretti-Bettini? “Credo che il momento della discussione arriverà. Adesso l’importante è che il Pd resti unito per far partire il governo Draghi. Verrà il tempo di analizzare gli aspetti su cui il Pd pub migliorare”.

Serve un congresso? “Del congresso se ne parlerà dopo. Arriverà il momento di questa discussione, non adesso. Ogni cosa ha il suo tempo”.

E l’alleanza Pd-Cinque stelle che fine farà? “Non lo so, intanto bisogna vedere che tipo di sistema elettorale sarà varato dal parlamento e poi va capito come si svilupperà la dialettica politica con il nuovo governo. Alle elezioni amministrative invece è diverso, le regole sono già chiare e c’è la necessità di avere coalizioni larghe e candidati forti, capaci di fare sintesi. Sicuramente quindi in alcune città pub avere senso lavorare sulle alleanze”.

Ma qualcuno del vecchio esecutivo pub essere recuperato come ministro? “Anzitutto, spero che il nuovo esecutivo mantenga una consistente parte politica; questo agevolerebbe l’indicazione di una maggioranza solida, larga e consentirebbe ai partiti di riscattarsi dopo la fallimentare gestione della crisi prima dell’intervento di Sergio Mattarella. Non sta a me fare nomi ma Parla Nardella alcuni esponenti potrebbero rimanere. Anche perché Draghi non ha parlato da tecnico ma da leader politico, indicando un programma ambizioso che sembra guardare alla fine della legislatura”. Dice Nardella che questo è un punto importante anche per i sindaci: “Non basta gestire i 209 miliardi del Recovery Plan. I progetti vanno selezionati e poi seguiti nella loro realizzazione, che deve iniziare entro e non oltre il 2023. In definitiva, sono sicuro che Draghi non si muoverà da figura tecnica di passaggio, credo che imprimerà un forte carattere politico all’azione del governo. Per questo, serve un governo misto che lo possa aiutare cosi come possa aiutare i partiti”.

Ma la preoccupa governare con la Lega? “Noto che la carta di Draghi ha messo in subbuglio il centrodestra. È un aspetto che tatticamente non dobbiamo trascurare. La scelta di Draghi mette in crisi e fa emergere le contraddizioni di fondo del centrodestra, diviso in europeisti e sovranisti. È un bel problema per quel campo. Dopodiché, è chiaro che un voto favorevole da parte della Lega potrebbe aprire alcuni problemi politici per il Pd, ma io penso che per noi la scelta di Draghi sia irreversibile. Comunque, va detto che fm dall’inizio sia Mattarella sia lo stesso Draghi hanno parlato di una coalizione ampia”. Insomma, dice Nardella, “serve una coalizione vera. Perb noi non dobbiamo preoccuparci del modo in cui voterà la Lega: noi non possiamo non scegliere Draghi. Vede, il suo arrivo farà emergere più di ogni altro la vera essenza del bipolarismo italiano, costruito sulla divisione fra europeisti e sovranisti. In questo senso il partito più in difficoltà sarà la Lega”.

E i Cinque stelle? “Hanno fatto grandi passi in avanti, superando il loro anti europeismo. Hanno votato la von der Leyen e sostenuto Conte. Quindi non è innaturale che sostengano Draghi, alla luce del percorso che hanno fatto finora. Per il M5s è un test importante e ora è di fronte a un bivio, se tornare alle origini con una politica di contrapposizione oppure marciare definitivamente verso la trasformazione in forza europeista di governo. Questo dibattito interno al M5s è serio e va rispettato, perché riguarda la loro identità”.

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

  • «Ora il Pd cambi. No alle ossessioni di chi teme congiure ...

    1 Marzo 2021

    Nardella: “i sindaci non sono una corrente. Se costruisci un’alleanza sulla paura di perdere l’elettore se ne accorge” Dario Nardella, la accusano di sparare sul Nazareno....

  • «Patto città d’arte-governo basta col modello ...

    28 Febbraio 2021

    «Ai primi cittadini servono più poteri il congestionamento dei centri storici contro gli eccessi da “over tourism”» «Chiedo un patto tra i sindaci delle città d’arte, il...

  • «II codice degli appalti va cambiato» L’allarme di ...

    27 Febbraio 2021

    II sindaco: «Ne parlerò presto con il ministro dei trasporti Giovannini e con quello alla Funzione pubblica Brunetta: intervenire subito» Fra progetti e ricorsi «Per completare l’iter di...

  • Nardella e il Pd «Se non cambia si estingue» – la ...

    21 Febbraio 2021

    «II Pd a un bivio: se non cambia si estingue L’alleanza con M5S? Fatta così non ha senso» II sindaco di Firenze e l’Italia del Covid: «Stiamo diventando il partito del Palazzo. Ora...

  • «Mezzo rapido ed ecologico ma la stretta è necessaria» ...

    9 Febbraio 2021

    Il tar ha stabilito che serve una legge e indispensabile una mini-targa che renda ogni mezzo identificabile È stato il primo sindaco a rendere obbligatorio dal primo febbraio, per ordinanza,...

  • “Firenze tra le prime città Green in Europa” ...

    29 Gennaio 2021

    Fra i tanti valori riscoperti nel 2020 c’è quello dell’ambiente, per il quale Firenze si è mostrata molto attiva. Quali sono le iniziative già in corso e gli obiettivi di Firenze...

  • Nardella lancia un appello a Forza Italia «Volti pagina, ...

    27 Gennaio 2021

    II sindaco di Firenze: «Gli azzurri diversi da Lega e Fratelli d’Italia. Serve un nuovo governo che tenga conto delle richieste dei territori» Si scrive maggioranza allargata alle forze...

  • Superciclabile Firenze-Prato

    26 Gennaio 2021

    Presentiamo il progetto per la ciclabile più grande della Toscana, che collegherà Firenze e Prato. È il primo caso in Italia: un grande percorso verde che, unendo due città, incentiverà la...

  • Crisi di governo, Nardella: “Non possiamo fare gli ...

    21 Gennaio 2021

    Il sindaco dem di Firenze: “La fiducia non basta, Zingaretti chiami a raccolte forze sociali e sindaci per costruire l’agenda da portare a Conte” ROMA – Sindaco Dario...

  • Nuovo polo scolastico Istituti Meucci e Galilei

    20 Gennaio 2021

    Arriva il piano per il nuovo polo scolastico nel quartiere 4 di Firenze per le sedi degli Istituti Meucci e Galilei, con un investimento totale da più di 40 milioni di euro. Clicca sul link per...

  • Sant’Orsola, nel cuore della storia

    19 Gennaio 2021

    Sant’Orsola: da luogo di degrado a cuore della città. Con il progetto di Artea: scuole, centri di formazione, artigianato, musei, aree eventi e tanto altro. I lavori a partire dal 2022....

  • La mia intervista a “Il Mattino”

    12 Gennaio 2021

    “Le scelte sul Recovery vanno condivise con i sindaci: il ministro Amendola è stato pronto e sensibile. Anche il mio Pd deve chiedere più coraggio sul Mes e sul turismo con il fine di salvare...

ALTRE NOTIZIE

«Ora il Pd cambi. No alle ossessioni di chi teme congiure ...

1 Marzo 2021

Nardella: “i sindaci non sono una corrente. Se costruisci un’alleanza sulla paura di perdere l’elettore se ne accorge” Dario Nardella, la accusano di sparare sul Nazareno....

«Patto città d’arte-governo basta col modello ...

28 Febbraio 2021

«Ai primi cittadini servono più poteri il congestionamento dei centri storici contro gli eccessi da “over tourism”» «Chiedo un patto tra i sindaci delle città d’arte, il...

«II codice degli appalti va cambiato» L’allarme di ...

27 Febbraio 2021

II sindaco: «Ne parlerò presto con il ministro dei trasporti Giovannini e con quello alla Funzione pubblica Brunetta: intervenire subito» Fra progetti e ricorsi «Per completare l’iter di...