NOTIZIA

Il presente e il futuro (digitale) di Firenze. La mia intervista a Wired

Il prossimo anno scade il mandato da sindaco di Firenze di Dario Nardella. Si ricandiderà. Vuole portare a termine un percorso che non sente finito, soprattutto sul tema dell’innovazione. Uno dei suoi chiodi fissi sono i dati e il tema del libero accesso: “Abbiamo lavorato tantissimo sugli open data come strumento di sviluppo della città, per la partecipazione dei cittadini e per la crescita delle imprese”, racconta. Tra qualche giorno a Firenze – dentro Palazzo Vecchio – ci sarà la terza edizione del Wired Next Fest del capoluogo toscano. Un’occasione per riflettere su come l’innovazione sta cambiando, in generale, le città. E Firenze in particolare.

Sindaco, che cosa è l’innovazione per Firenze?

“L’innovazione, per Firenze, è essere se stessa. Nella storia la città è stata protagonista di uno dei grandi momenti di innovazione, il Rinascimento, che ha portato profondi cambiamenti nella Scienza, nella Geografia, nei canoni artistici. Oggi Firenze deve e vuole svolgere lo stesso ruolo in un contesto completamente diverso dove ci sono nuove sfide, come la mobilità, la globalizzazione e l’imporsi di nuovi modelli economici.

Insomma, non basta conservare quello che si è, ma rinnovare la propria identità”.

Nel 2019 scade il suo mandato. Ha già detto che ha intenzione di ricandidarsi. Cosa pensa sia stato fatto meglio – in termini di innovazione – sotto la sua amministrazione?

“Sulla mobilità elettrica abbiamo fatto molto. Siamo la prima città italiana per numero di punti di ricarica; abbiamo un servizio di car sharing elettrico; e abbiamo una parte della nostra flotta di taxi elettrici, entro quattro anni tutti i taxi fiorentini lo saranno.

Abbiamo lavorato anche molto sulla trasformazione urbanistica. Firenze ha approvato un regolamento urbanistico intelligente: non si consuma nuova terra perché si recuperano gli spazi abbandonati. Erano circa 1 milione di metri quadrati abbandonati, in tre anni il 12% sono stati rigenerati e il 31% è in iter di approvazione per la riconversione”.

Cosa invece avrebbe voluto fare e non ci siete riusciti?

“Mi sarebbe piaciuto realizzare uno scudo verde, ovvero dotare la città di più di 100 porte telematiche per monitorare e gestire i flussi metropolitani delle auto, così da ridurre traffico e inquinamento”.

Scudo verde a parte cosa vuole fare nel prossimo mandato, qualora venisse rieletto?

“Dobbiamo completare il piano della banda larga entro gli inizi del 2020, scommettere quindi sul 5G e diventare la prima grande città cashless (senza pagamenti in contanti, ndr.), un modo anche per contrastare l’evasione. Inoltre, sempre sul fronte trasporti, l’obiettivo è quello di creare un sistema di controllo digitale della mobilità che dia ai cittadini un unico strumento per pianificare e acquistare i viaggi (sia con il trasporto pubblico che con quello privato)”.

Insieme ad Amazon avete portato avanti un progetto per la promozione dell’artigianato. Qual è il giusto atteggiamento da avere nei confronti dei big del digitale?

“Non bisogna avere sudditanza psicologica. Anzi. Devono essere sfidati per migliorare la vita dei cittadini. Lo abbiamo fatto anche con Google, Airbnb, Vodafone, Tim e altri. Da queste collaborazioni può nascere valore sia per noi che per loro”.

Oggi – più che gli Stati – i centri per l’innovazione di un Paese sono le città o le Regioni. Che rapporto avete con le altre grandi città italiane?

“Dovremmo fare più squadra. Oggi le 14 città metropolitane rappresentano il 40% del Pil, il 40% della popolazione e in questi luoghi nasce l’80% dell’Innovazione italiana. Se ci mettessimo insieme potremmo influire molto di più sull’agenda politica del Governo, per esempio su temi come la mobilità elettrica o il cambiamento climatico. Purtroppo, però non c’è abitudine a lavorare insieme. Servirebbe più cooperazione e meno campanilismo” .

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

  • Bene la prima ma dobbiamo ricostruirci. La mia intervista a ...

    29 Maggio 2019

    «Zingaretti ha passato la prima prova ma attenzione: niente trionfalismi. Io non credo alle elezioni anticipate, rischieremmo di non essere pronti. Prima dobbiamo ricostruirci». Il giorno dopo il...

  • “Subito un candidato per la Regione”. La mia ...

    29 Maggio 2019

    È il sindaco che nel tempo della crociata salviniana ha sconfitto la Lega, polverizzato i 5 stelle, annientato le altre forze politiche in campo. Preferito dal 57% dei fiorentini, oltre 109mila voti...

  • Sport come partecipazione, socialità, aggregazione

    24 Maggio 2019

    In questi anni ne ho avuto tante dimostrazioni. Ma oggi, devo dire, l’ho davvero potuto toccare con mano. Sport significa aggregazione, inclusione sociale. Sport significa fare comunità. E con...

  • 22 Maggio 2019

    Pensava di guarire le sue pene d’amore scarabocchiando i muri del loggiato del Corridoio Vasariano. Non solo non ha risolto nulla, ma è stato scoperto ed individuato dai vigili ed è scattata...

  • Gli appuntamenti di giovedì 23 maggio

    22 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per giovedì 23: Ore 8, in diretta a Controradio. Ore 11.30, posa della prima pietra di “Palazzo Wanny” (via del Cavallaccio, 32). Ore 13, sopralluogo in piazza delle...

  • Giovani, mobilità, cultura

    21 Maggio 2019

    Sopralluogo questa mattina all’ex Panificio Militare: ora c’è l’approvazione definitiva al piano di recupero. Dopo anni di abbandono l’intervento porterà alla trasformazione dell’area,...

  • Gli appuntamenti di mercoledì 22 maggio

    21 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per mercoledì 22: – Ore 7.30, in diretta ospite alla rassegna stampa del Tgt di Italia7. – Ore 12.15, conferenza stampa sulle indagini della Polizia municipale...

  • Orti urbani e impianti sportivi riqualificati

    20 Maggio 2019

    Un sogno sostenibile che può diventare realtà: con nove spazi verdi recuperati in tutti i quartieri, vogliamo garantire un orto per ogni fiorentino che lo vorrà. Il progetto Orti Urbani continua a...

  • Gli appuntamenti di martedì 21 maggio

    20 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per martedì 21: Ore 8, in diretta su Lady radio. Ore 9.30, sopralluogo al Panificio Militare (via dei Marignolli). Ore 11, a Montedomini per l’inaugurazione della sede...

  • Cascine in festa, via allo sprint finale

    20 Maggio 2019

    La pioggia non ha fermato il grande picnic alle Cascine. Ieri c’erano almeno 1700 persone, non più, come inizialmente previsto, al prato del Quercione ma all’ippodromo del Visarno. Nonostante la...

  • Domenica di sport e festa

    19 Maggio 2019

    Corsa bagnata, corsa fortunata! Un fiume blu e arancione ha “invaso” Firenze incurante della pioggia: più di 13mila persone hanno partecipato alla Deejay Ten, gara non competitiva...

  • Gli appuntamenti di lunedì 20 maggio

    19 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per lunedì 20: – Ore 10.30, sopralluogo agli orti sociali all’Argingrosso (via delle Isole). – Ore 14.45, Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio per la Hall...

ALTRE NOTIZIE

Bene la prima ma dobbiamo ricostruirci. La mia intervista a ...

29 Maggio 2019

«Zingaretti ha passato la prima prova ma attenzione: niente trionfalismi. Io non credo alle elezioni anticipate, rischieremmo di non essere pronti. Prima dobbiamo ricostruirci». Il giorno dopo il...

“Subito un candidato per la Regione”. La mia ...

29 Maggio 2019

È il sindaco che nel tempo della crociata salviniana ha sconfitto la Lega, polverizzato i 5 stelle, annientato le altre forze politiche in campo. Preferito dal 57% dei fiorentini, oltre 109mila voti...

Sport come partecipazione, socialità, aggregazione

24 Maggio 2019

In questi anni ne ho avuto tante dimostrazioni. Ma oggi, devo dire, l’ho davvero potuto toccare con mano. Sport significa aggregazione, inclusione sociale. Sport significa fare comunità. E con...