NOTIZIA

Bene la prima ma dobbiamo ricostruirci. La mia intervista a La Repubblica

«Zingaretti ha passato la prima prova ma attenzione: niente trionfalismi. Io non credo alle elezioni anticipate, rischieremmo di non essere pronti. Prima dobbiamo ricostruirci». Il giorno dopo il trionfo col 57% e il Pd più alto d’Italia il sindaco di Firenze Dario Nardella si rivolge al segretario nazionale del Pd con un avvertimento tattico: «Prima di parlare di voto dobbiamo darci un nuovo profilo e un linguaggio più chiaro».

Nardella, appena eletto subito rimette i panni del renziano e si lancia all’attacco di Zingaretti? «Ancora con questa storia? Renzi è un mio amico ma ha detto lui stesso che i renziani non esistono. Poi io rimango convinto di molti punti positivi delle sue riforme, ma ora non c’entra. Io non critico il segretario Nicola Zingaretti che è arrivato da tre mesi: voglio confrontarmi con sincerità».

Sta dicendo che il Pd di oggi nonostante il recupero di qualche punto rispetto al 2018 è così debole da non poter nemmeno sognare di chiedere il voto anticipato come ha fatto Zingaretti? «Noi dobbiamo sempre essere pronti ma non credo nè a elezioni anticipate nè a crisi di governo. Loro faranno di tutto per restare al potere. Dobbiamo prepararci come Pd ad un lungo impegnativo percorso».

Un nuovo lungo e impegnativo periodo di pop corn come ha detto ieri Renzi? «A me non piace quel termine. Dico che ora c’è da lavorare. Non credo come Giachetti che si debba parlare di sconfitta ma il 22,7% alle Europee è solo un dato da cui ripartire. Non siamo pronti a parlare di elezioni anticipate».

Manca un leader? «Dobbiamo lavorare sodo alla riorganizzazione del partito sul territorio, penso al Sud. Dobbiamo darci un nuovo linguaggio: più chiaro, diretto. Fatti, non astratta opposizione al sovranismo. E poi dobbiamo costruire un nuovo gruppo dirigente. Zingaretti va aiutato ad attraversare questo lungo periodo. Il governo rimarrà in sella con la sua malferma salute di ferro. La tensione politica tra Lega e 5 Stelle salirà pure, ma il governo ora sarà costretto a fare le cose».

Non siete pronti ancora a sfidare sfidare Salvini? «Sto ai fatti: resistiamo in molte città ma siamo primi come Pd solo in Toscana. Su Salvini dico: non demonizziamolo, non rendiamolo il nuovo Berlusconi. Non dobbiamo costruire l’identità del Pd sull’anti salvinismo. Combattiamo Salvini per le idee preoccupanti che ha, non sul piano personale».

Zingaretti non sta facendo nulla di tutto ciò? «Niente affatto. Zingaretti va sostenuto e noi sindaci delle città siamo pronti a farlo: Firenze, Bergamo, Milano, Bari. Però voglio essere realista. Dobbiamo strutturarci, ripensarci. Questo governo ahimè temo durerà tutta la legislatura. Diamoci un profilo, lavoriamo alla formazione nel partito aprendo una scuola in ogni provincia. Io a Firenze la farò. E poi lanciamo idee, obiettivi: le periferie, la lotta alle droghe e alla povertà. Il 75% di raccolta differenziata in tutto il Paese, un piano per il lavoro».

Secondo lei dove deve guardare il Pd? Un’alleanza larga a sinistra o i moderati di Calenda? «Con questo sistema politico proporzionale è più difficile rilanciare l’idea di un Pd maggioritario. Piuttosto dobbiamo far crescere un’idea di coalizione di forze, rilanciando la collaborazione con +Europa ma auspicando pure la nascita di nuove proposte nel mondo liberale, dove Calenda ha fatto bene. Non è un reato guardare in quella direzione oltre che ad un nuovo ambientalismo riformista».

Seguirebbe Renzi in un nuovo partito? «Quando l’idea è venuta fuori nei mesi scorsi ho visto un rischio e lo vedo tuttora. Io sono contrario alle scissioni. Ma il fatto che debba nascere una coalizione plurale mi pare evidente».

di Ernesto Ferrara

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

  • “Subito un candidato per la Regione”. La mia ...

    29 Maggio 2019

    È il sindaco che nel tempo della crociata salviniana ha sconfitto la Lega, polverizzato i 5 stelle, annientato le altre forze politiche in campo. Preferito dal 57% dei fiorentini, oltre 109mila voti...

  • Sport come partecipazione, socialità, aggregazione

    24 Maggio 2019

    In questi anni ne ho avuto tante dimostrazioni. Ma oggi, devo dire, l’ho davvero potuto toccare con mano. Sport significa aggregazione, inclusione sociale. Sport significa fare comunità. E con...

  • 22 Maggio 2019

    Pensava di guarire le sue pene d’amore scarabocchiando i muri del loggiato del Corridoio Vasariano. Non solo non ha risolto nulla, ma è stato scoperto ed individuato dai vigili ed è scattata...

  • Gli appuntamenti di giovedì 23 maggio

    22 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per giovedì 23: Ore 8, in diretta a Controradio. Ore 11.30, posa della prima pietra di “Palazzo Wanny” (via del Cavallaccio, 32). Ore 13, sopralluogo in piazza delle...

  • Giovani, mobilità, cultura

    21 Maggio 2019

    Sopralluogo questa mattina all’ex Panificio Militare: ora c’è l’approvazione definitiva al piano di recupero. Dopo anni di abbandono l’intervento porterà alla trasformazione dell’area,...

  • Gli appuntamenti di mercoledì 22 maggio

    21 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per mercoledì 22: – Ore 7.30, in diretta ospite alla rassegna stampa del Tgt di Italia7. – Ore 12.15, conferenza stampa sulle indagini della Polizia municipale...

  • Orti urbani e impianti sportivi riqualificati

    20 Maggio 2019

    Un sogno sostenibile che può diventare realtà: con nove spazi verdi recuperati in tutti i quartieri, vogliamo garantire un orto per ogni fiorentino che lo vorrà. Il progetto Orti Urbani continua a...

  • Gli appuntamenti di martedì 21 maggio

    20 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per martedì 21: Ore 8, in diretta su Lady radio. Ore 9.30, sopralluogo al Panificio Militare (via dei Marignolli). Ore 11, a Montedomini per l’inaugurazione della sede...

  • Cascine in festa, via allo sprint finale

    20 Maggio 2019

    La pioggia non ha fermato il grande picnic alle Cascine. Ieri c’erano almeno 1700 persone, non più, come inizialmente previsto, al prato del Quercione ma all’ippodromo del Visarno. Nonostante la...

  • Domenica di sport e festa

    19 Maggio 2019

    Corsa bagnata, corsa fortunata! Un fiume blu e arancione ha “invaso” Firenze incurante della pioggia: più di 13mila persone hanno partecipato alla Deejay Ten, gara non competitiva...

  • Gli appuntamenti di lunedì 20 maggio

    19 Maggio 2019

    Ecco i miei appuntamenti per lunedì 20: – Ore 10.30, sopralluogo agli orti sociali all’Argingrosso (via delle Isole). – Ore 14.45, Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio per la Hall...

  • Eventi culturali a Firenze e l’inaugurazione delle ...

    18 Maggio 2019

    Non ho la cellulite ma… a salutare Estetista Cinica all’Anconella sono andato molto volentieri! Il suo “Circo Cinico” ha fatto tappa a Firenze: mi ha fatto piacere aiutarla a...

ALTRE NOTIZIE

“Subito un candidato per la Regione”. La mia ...

29 Maggio 2019

È il sindaco che nel tempo della crociata salviniana ha sconfitto la Lega, polverizzato i 5 stelle, annientato le altre forze politiche in campo. Preferito dal 57% dei fiorentini, oltre 109mila voti...

Sport come partecipazione, socialità, aggregazione

24 Maggio 2019

In questi anni ne ho avuto tante dimostrazioni. Ma oggi, devo dire, l’ho davvero potuto toccare con mano. Sport significa aggregazione, inclusione sociale. Sport significa fare comunità. E con...

22 Maggio 2019

Pensava di guarire le sue pene d’amore scarabocchiando i muri del loggiato del Corridoio Vasariano. Non solo non ha risolto nulla, ma è stato scoperto ed individuato dai vigili ed è scattata...