NOTIZIA

Abbandona rifiuti con scarti di pelletteria fuori dai cassonetti, individuato dalla Polizia Municipale

Il titolare di una ditta è stato denunciato: rischia l’arresto fino a un anno e un’ammenda fino a 26.000 euro

Vedete questo schifo? 15 sacchi neri pieni di scarti tessili abbandonati vicino a dei cassonetti. La polizia municipale e gli ispettori di Alia hanno individuato e denunciato il responsabile, che ora rischia l’arresto e un’ammenda fino a 26.000 euro. Grazie a tutti i cittadini che ci segnalano ogni giorno episodi del genere, continuiamo insieme la nostra battaglia anche grazie a più controlli e alle nuove telecamere nascoste vicino ai cassonetti. Così cominceranno a fioccare multe salate per questi incivili che si comportano come nemici della città. La prossima volta ci penseranno bene“.

Ha abbandonato 15 sacchi stracolmi di scarti di pelletteria in mezzo alle sterpaglie, nei pressi di alcuni cassonetti. Ma, visto che si trattava di rifiuti provenienti da un’attività produttiva, dovevano essere smaltiti attraverso una ditta apposita. Per questo la Polizia Municipale ha denunciato il titolare di una ditta di pelletteria con sede a Scandicci. L’uomo rischia la pena dell’arresto fino ad un anno e un ammenda fino a 26.000 euro. È questo l’epilogo dell’indagine avviata dalla Polizia Municipale dopo la segnalazione di un ispettore ambientale di Alia. Questi ha contattato gli agenti del reparto ambientale indicando l’abbandono di rifiuti in via di Scandicci al limite del confine comunale. Immediato l’intervento della Polizia Municipale che ha constatato la presenza di 15 sacchi neri abbandonati a terra, nelle sterpaglie, nei pressi di alcuni cassonetti.  All’interno dei numerosi contenitori di plastica neri gli agenti hanno trovato diversi rimasugli  di scarti di attività di pelletteria con elementi riconducibili a una pelletteria con sede a Scandicci. Al titolare, un 41enne di origine cinese residente a Firenze da diversi anni, è stato contestato il reato di abbandono incontrollato di rifiuti. L’uomo è stato denunciato e rischia la pena dell’arresto fino ad un anno e un ammenda fino a 26.000 euro.

FOTO

Title

Previous
Next

ALTRE NOTIZIE

ALTRE NOTIZIE

Cinque coppie ‘arcobaleno’ riconosciute ufficialmente ...

15 giugno 2018

Si è svolta oggi a Palazzo Vecchio la firma degli atti relativi al riconoscimento del secondo genitore di bambini nati in una famiglia ‘arcobaleno’, cioè formata da due persone dello stesso...

Nuova vita all’ex caserma Lupi di Toscana, presentato il ...

15 giugno 2018

Uno spazio urbano contemporaneo caratterizzato dalla centralità di aree pubbliche, verde e percorsi ciclo-pedonali, con gli edifici che si affacciano sull’asse centrale in un mix di funzioni...

Scuola, depositata alla Corte di Cassazione la proposta di ...

14 giugno 2018

È partita da Firenze ed è arrivata a Roma la proposta di legge di iniziativa popolare nata per volontà del sindaco Dario Nardella e della sua amministrazione e condivisa da molti sindaci...